Un vero e proprio arsenale proveniente dal Medio Oriente e diretto nel Nord Europa, è stato intercettato oggi nel porto di Trieste. Oltre 800 fucili a pompa, provenienti dalla Turchia e diretti in Germania, Olanda e Belgio, è stato scoperto dalla Guardia di Finanza nella città giuliana. Le armi erano trasportate da un Tir con targa olandese condotto da un cittadino turco.

Il carico era composto da 781 fucili a pompa modello «Winchester SXP» da 12-51 cm, 66 fucili a pompa «Winchester SXP» da 12-41 cm. e 15 calci per fucile. Il Tir era sbarcato a Trieste il 23 novembre scorso. Le armi erano contenute in centinaia di scatole di cartone, ciascuna delle quali contenente un fucile a pompa, tutte dirette in Belgio.

Gli inquirenti e gli uomini dei servizi stanno indagando su trafficanti e possibili clienti. Per il momento nessuna dichiarazione ufficiale a riguardo, ma la pista del terrorismo è considerata assolutamente prioritaria.