• 11 dicembre 2017 —

L'editoriale

Il vero patriottismo è sociale o non è

  Tra Matteo Salvini, che si erge a paladino della lotta contro il nuovo schiavismo, facendosi garante dei nuovi minimi salariali e dell’abolizione della legge Fornero sulle pensioni,  e Silvio Berlusconi impegnato a sventolare la storica bandiera della “Rivoluzione liberale”, c’è spazio per una terza, organica via, in grado di...

Carissima Presidente Meloni, non ho certo bisogno di raccontare a Te che, quel giorno sarai stata presente a Montecitorio chi sia quel Francantonio Genovese di cui la Camera autorizzò l’arresto per reati che trovo infamanti quanto l’associazione mafiosa,il traffico di droga o l’omicidio.

Genovese, infatti, è stato inquisito ed arrestato con il consenso del Parlamento, per avere rubato a mani basse nel settore della formazione. Quell’uomo, in altri termini, ha rubato la speranza di lavoro per decine di migliaia di giovani siciliani che cercavano un futuro in una terra che,anche a parere unanime delle statistiche versa in condizioni peggiori della stessa Grecia. Tutto ciò a prescindere dalla effettiva utilità o meno che possano avere i corsi di formazione per la crescita economica. Questo è dibattito da riservare agli economisti.

Problema tutto nostro è, invece, quello Politico, poichè, ad inizio della settimana che va a spirare, scopriamo che il Deputato Genovese, che non può nemmeno frequentare la Camera, perchè scarcerato sì, ma obbligato alla firma pure, ha aderito a Forza Italia.

L’annuncio è stato dato , IN POMPA MAGNA , dal Commissario siciliano di Forza Italia,Gianfranco Miccichè, con MUTRIA SOLENNE quasi che annunciasse l’adesione di Pier Luigi Bersani o di Valter Veltroni.

Gianfranco Miccichè è stato nominato da Berlusconi con poteri proconsolari e direttamente responsabile solo verso l’ex Premier, il chè significa che Silvio Berlusconi era perfettamente a conoscenza dell’operazione  Genovese e la approvava.

Penose le note di protesta di alcuni ex-AN di Forza Italia che hanno lamentato il mancato esame della questione da parte degli organi collegiali di quel Partito.

Più decorose, ma sempre reticenti le dichiarazioni di un altro ex-AN, l’On.Catanoso, che ha duramente stigmatizzato l’ingresso in Forza Italia di un super riciclato quale il Genovese in questione.

Nessuno, però, ha osato dire chiaramente che si tratta di una operazione VERGOGNOSA che ha portato nel partito Azzurro un LADRO MATRICOLATO e COMPROVATO.

Questa reticenza ci amareggia,riguardando uomini politici con i quali abbiamo condiviso decenni di militanza comune nel Fronte della Gioventù, nel MSI e poi in Alleanza Nazionale.

Noi di FdI-AN, però, siamo diversi, cara Presidente Meloni. Vale la pena di ricordare che Gianni Alemanno, del quale deploriamo e critichiamo con durezza le ultime scelte politiche,non frappose indugio ad autosospendersi dal nostro Partito perchè inquisito per associazione mafiosa, reato per il quale, in seguito, è stato peraltro, prosciolto.

Il nostro alleato Berlusconi, invece, accoglie trionfalmente nel suo Partito un inquisito, SUBISSATO DI PROVE A CARICO, appena scarcerato ed in libertà vigilata.

Questo, Presidente Meloni, pone un problema politico ENORME, di fronte al quale non ci sono margini di trattativa. A parte le considerazioni morali, è proprio la CONVENIENZA POLITICA, se proprio a questa dobbiamo richiamarci che ci OBBLIGA AD UNA ROTTURA IMMEDIATA DI QUALUNQUE TRATTATIVA IN CORSO con Forza Italia per
candidature comuni alle prossime elezioni amministrative.

Io, e non solo io, ci RIFIUTIAMO di vedere la Presidente Nazionale, nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, BERSAGLIATA, in tutti i dibattiti televisivi da interlocutori siano essi politici e/o giornalisti, intenti a  RINFACCIARLE l’alleanza con la Forza Italia di Francantonio Genovese.

La rottura con Forza Italia su una questione di tale portata ci darebbe una credibilità tale da indebolire la pretesa del Movimento Cinque Stelle di essere unico titolare del rigore morale della classe politica ed, infine, MA NON MENO IMPORTANTE, metterebbe alla prova le stesse reali intenzioni della Lega Nord al riguardo dei contenuti di una eventuale nuova allenza fra i partiti del fù Centrodestra.

Ma più importante di ogni altra considerazione, DOBBIAMO A NOI STESSI, a TUTTO CIO’ DA CUI VENIAMO, ad un elettorato che NON CI PERDONEREBBE SCELTE DIVERSE, una DECISA presa di posizione CONTRO FORZA ITALIA o , per essere MOLTO CHIARI ,CONTRO Berlusconi, che questa volta NON PUO’ BUTTARE LA CROCE SU NESSUNO CHE NON SIA EGLI STESSO, dato l’incarico FIDUCIARIO che Egli ha conferito a Miccichè.

Ti prego, perciò, Carissima Presidente Meloni, di non frapporre ulteriori indugi e comunicare a Berlusconi ed a Salvini l’indisponibilità di FdI-AN, a qualunque tipo di accordo elettorale con gli Azzurri SIC STANTIBUS REBUS.

Vedremo tra qualche mese chi sarà premiato alle urne per COERENZA e RIGORE MORALE e chi non lo sarà.

Mario Ravetto Flugy
Componente Assemblea Nazionale FdI-AN
e
SICILIANO DISGUSTATO

Articolo PrecedenteNatura & arte/ Il WWF dedica il suo calendario 2016 alle specie a rischio Articolo SuccessivoGrillo? Un burattino degli americani. La verità di F. Menallo, fondatore del M5S siciliano

Cosa ne pensi?

Nome richiesto

Sito Web