th-8

Dopo le noiose notizie sui dipendenti del Comune di Sanremo, i licenziamenti “pro forma” e i prossimi reintegri in servizio dei medesimi, la città di Sanremo si appresta a ritornare al posto che davvero le compete nella memoria e nella coscienza collettive italiche: il tradizionale appuntamento con il Festival della Canzone italiana, l’evento che molto più di qualsiasi altro ha segnato – nel bene e soprattutto nel male – la storia di questa singolare “espressione geografica” (Metternich, eri un genio…!).
       Che giustizia infine sia fatta! Bando all’illustrazione di abitudini perverse e diffuse, ma in fondo tanto amate e praticate, e largo a ciò che veramente conta: le canzonette (“ma che politica, ma che cultura, non mettetemi alle strette…!”).
       Sia fatta la volontà del popolo italiano!!!