• 18 dicembre 2018 —

L'editoriale

Illusioni egualitarie. I “Diritti dell’uomo” 70 anni dopo

 Archiviate le celebrazioni per il settantesimo anniversario della “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo”, vale la pena riprendere – mettendo da parte la retorica d’occasione – alcune questioni di fondo che sono alla base della  Risoluzione adottata  dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nella sua terza sessione, il 10 dicembre 1948 a Parigi.  “Tutti...

Archivio dell'autore
Letterina (controcorrente) a Babbo Natale

Letterina (controcorrente) a Babbo Natale

Caro Babbo Natale, scrivo a te perché ho imparato a conoscerti ogni anno di più, so come sei fatto, sei un po’ grassottello, hai una barba bianca e folta, sei...
Piccole nostalgie/ Essere scolaro nei '60. Un tempo di emozioni, sogni, fantasie

Piccole nostalgie/ Essere scolaro nei ’60. Un tempo di emozioni, sogni, fantasie

    Il mio primo giorno di scuola, il primo ottobre 1960, fu innaffiato di lacrime: solo io ed il mio nuovo compagno di classe Alfredo Scalia piangevamo fra tutti,...
Il racconto/ Chicco, Cicci e la sinistra che cade a pezzi...

Il racconto/ Chicco, Cicci e la sinistra che cade a pezzi…

    “Chicco, lascia stave quel cazzo di giovnale e stammi a sentive!” “Ma Cicci, è la Veppublica, il nostvo quotidiano !” “Non mi intevessa, sono indignata, disgustata e…tvovami tu...
Fabio Constantinescu/ Una canzone per Marco Pantani

Fabio Constantinescu/ Una canzone per Marco Pantani

La canzone dedicata a Pantani nasce dopo la presentazione del libro –inchiesta sulla morte del Pirata scritto da De Zan, tenutasi nella sede prestigiosa del negozio L’Impero del Ciclismo in...
Il caso Marco Pantani ora è un film. Da vedere

Il caso Marco Pantani ora è un film. Da vedere

    Si sono concluse da pochi giorni le riprese di un film tutto italiano dedicato agli ultimi anni di vita di Marco Pantani, dai giorni della squalifica per l’accusa...
Il dramma di Asia Bibi e le campane a morto dell'Occidente

Il dramma di Asia Bibi e le campane a morto dell’Occidente

    Luglio 1981. L’altoparlante dell’aeroporto di Fiumicino fa improvvisamente il mio nome, distogliendomi dalla noia dell’attesa ; sono convocato al desk della JAL, la compagnia aerea giapponese. Lì mi...
C'era una volta la festa della Vittoria

C’era una volta la festa della Vittoria

    Quando ero bambino negli anni sessanta, i primi giorni di novembre rappresentavano un piccolo spicchio di vacanze dopo l’estate. C’era il primo novembre dove si festeggiavano tutti i...
Quell'odio che spegne cuori e cervello. Perchè la sinistra preferisce sempre Caino

Quell’odio che spegne cuori e cervello. Perchè la sinistra preferisce sempre Caino

    Quando una giovane vita si spegne, il dolore dovrebbe avere il sopravvento su tutto; quando ciò accade in circostanze tremende, con una ragazzina torturata per dodici ore prima...
Facoltà di Medicina/ Numero chiuso, idee bloccate

Facoltà di Medicina/ Numero chiuso, idee bloccate

    In questi anni , su queste colonne, abbiamo parlato spesso di medicina e ci possiamo vantare, per il momento, di non aver sbagliato alcuna previsione. Quando nel governo...
Apocalipse now, Milano. Piccole follie urbane

Apocalipse now, Milano. Piccole follie urbane

    Mi telefona in studio Beatrice, amica di lunga data, il nome è però di fantasia, che mi racconta la piccola avventura vissuta quello stesso pomeriggio. Stava accompagnando in...
A volte (purtroppo) ritornano. Mario Monti straparla in TV

A volte (purtroppo) ritornano. Mario Monti straparla in TV

  Da due settimane arrivo al venerdì sera con la timida speranza di rilassarmi e di farmi quattro risate con “Fratelli di Crozza”, la trasmissione de “La Sette”, con Maurizio...
Il conformismo dell'informazione e la lezione di Nino Nutrizio

Il conformismo dell’informazione e la lezione di Nino Nutrizio

    Quando, con l’inizio degli anni della contestazione sessantottina, la buona borghesia conservatrice milanese si accorse che il “Corriere della Sera” era stato conquistato da una sinistra filocomunista ed...
C'era una ragazza che come me... Lettera ad Emanuela

C’era una ragazza che come me… Lettera ad Emanuela

    Cara Emanuela, ti conobbi ai primordi degli anni di piombo al liceo Manzoni. Tutte le mattine, all’ora della cosiddetta ricreazione, noi ragazzi anticomunisti ci trovavamo davanti alla segreteria...
Immigrazione senza retorica. Gli inferni che non vogliamo conoscere

Immigrazione senza retorica. Gli inferni che non vogliamo conoscere

    Ricordo, anni fa, durante un viaggio in India, di essere passato in pullman di notte per le strade di Bombay, oggi Mumbay. Dal finestrino vedevo file interminabili di...
Per Lucio. Tu chiamale se vuoi, emozioni

Per Lucio. Tu chiamale se vuoi, emozioni

    Negli anni settanta i giovani di destra o genericamente anticomunisti andavano a studiare a Pavia. Alla Statale di Milano infatti il clima era pesante per chi non fosse...