• 20 ottobre 2017 —

L'editoriale

La libertà d’espressione è sacra. Sì al corteo di Forza Nuova

  Trovo antistorico, sciocco e fuori luogo vietare oggi una manifestazione di un movimento come Forza Nuova che è legalmente riconosciuto da vent’anni e che prende parte a tutte le competizioni elettorali. Per questa ragione e pur sapendo che in molti grideranno allo scandalo, in forza a quel “politically correct”...

Archivio dell'autore
Caso Battisti/ Un criminale con tanti amici potenti

Caso Battisti/ Un criminale con tanti amici potenti

Dall’ultima spiaggia della Bolivia di Evo Morales, alleato dei cubani, alla Parigi della rive gauche fino all’Italia radical chic, Cesare Battisti ha sempre goduto di una rete di copertura a...
Giorno del Ricordo. Mattarella e Grasso preferiscono dimenticare

Giorno del Ricordo. Mattarella e Grasso preferiscono dimenticare

Il Quirinale snobba il giorno del ricordo per la tragedia dell’esodo e delle foibe? Per di più nell’occasione dei 70 anni dalla firma del trattato di pace del 1947, che...
Guerra di Libia/ A Sirte la battaglia continua. "Non faremo prigionieri"

Guerra di Libia/ A Sirte la battaglia continua. “Non faremo prigionieri”

«Li ammazzeremo tutti. L’assedio è sempre più stretto per non lasciarli fuggire», dichiara senza peli sulla lingua il generale Mohamed Al Gasri. La guerra a Sirte è senza pietà. Per...
A Trieste, nel Magazzino 18 la memoria dell'esodo

A Trieste, nel Magazzino 18 la memoria dell’esodo

 «Tito ci ha costretto ad andarcene. Non potevo diventare slava. Si sono presi la mia casa e la mia terra. Non sono riuscita a portare tutto.Qualcosa si trova ancora nel...
"Salvate i vostri fratelli". L'appello dei vescovi iracheni all'Europa

“Salvate i vostri fratelli”. L’appello dei vescovi iracheni all’Europa

«Europei svegliatevi! – esortava Douglas Bazi, prete in trincea nel nord dell’Iraq – I vostri fratelli cristiani stanno morendo. Aprite le porte e concedete alla mia gente i visti per...
Marò/ C'è uno strano giudice a Delhi

Marò/ C’è uno strano giudice a Delhi

Pugno in faccia della Corte suprema ai marò trattenuti in India da più di mille giorni, senza processo. Salvatore Girone chiedeva di passare il Natale a casa con i suoi...
Cristiana e contro il burqa. Rula, la nuova first lady dell'Afghanistan

Cristiana e contro il burqa. Rula, la nuova first lady dell’Afghanistan

Una first lady cristiana, in Afghanistan, non si era mai vista. Ancor più se impegnata pubblicamente a fianco del marito, il nuovo presidente Ashraf Ghani, per cambiare il Paese cominciando...
Sarkozy/ Il segreto da nascondere: l'omicidio di Gheddafi

Sarkozy/ Il segreto da nascondere: l’omicidio di Gheddafi

Cinquanta milioni di euro sborsati da Muammar Gheddafi per la corsa all’Eliseo e la sospetta esecuzione del colonnello sono i cadaveri nell’armadio dell’ex presidente francese Nicolas Sarkozy. Non a caso...
In Ucraina non ci sono buoni o cattivi. Le ragioni di uno scontro geopolitico

In Ucraina non ci sono buoni o cattivi. Le ragioni di uno scontro geopolitico

Le scene di guerra in Europa dopo la mattanza dell’ex Jugoslavia sono un pugno allo stomaco, anche se la gente comune non capisce bene cosa stia veramente accadendo in Ucraina....
Dagli Usa una petizione on line pro marò. Firmiamola

Dagli Usa una petizione on line pro marò. Firmiamola

Il 2 giugno sono gli italiani all’estero, che ci ricordano il valore simbolico, per la dignità nazionale, del caso marò con una petizione al segretario generale della Nazioni Unite Ban...
"I marò? Me ne lavo la mani" Così la trattativa s’inceppò

“I marò? Me ne lavo la mani” Così la trattativa s’inceppò

«Sono un militare italiano soggetto all’esclusiva giurisdizione nazionale in virtù del principio d’immunità delle forze militari in transito. Considero illegale questo tentativo di sottrarmi con la forza alla giurisdizione italiana»....
Confini e conflitti/ Sul fronte del Caucaso

Confini e conflitti/ Sul fronte del Caucaso

“I cecchini sparano quasi ogni giorno. Gli azeri alzano dei manichini dalle loro trincee per provocare la nostra reazione. Poi ci individuano e cominciano a colpire. Così è stato ferito...