• 19 gennaio 2019 —

L'editoriale

L’esempio di Jan, la causa dei popoli

Mezzo secolo è passato dal sacrificio – il 19 gennaio 1969 – di Jan Palach, giovane studente di filosofia di Praga, che per simbolicamente protestare contro l’invasione sovietica della Cecoslovacchia aveva deciso di cospargersi di benzina e darsi fuoco nella storica piazza San Venceslao. Dopo anni di oblio è ormai...

Archivio dell'autore
Taranto e l'Ilva, un paradigma tutto italiano

Taranto e l’Ilva, un paradigma tutto italiano

Il mito comunista della proletarizzazione del Sud e la famelica ingordigia democristiana hanno condannato il Mezzogiorno ad accentuare la distanza dal livello economico e sociale del Settentrione d’Italia.La prova “fumante”...
Ritorno al reale. La Patria conta più del denaro

Ritorno al reale. La Patria conta più del denaro

In molti Paesi europei è in atto un ritorno al reale. Dopo l’ubriacatura di ideologismi, indotta dal cosiddetto secolo dei lumi, che aveva immaginato l’intelletto come una forma astratta, un...
Gli italiani, un popolo senza memoria e senza Nazione

Gli italiani, un popolo senza memoria e senza Nazione

  Un popolo che in guerra simpatizza per il nemico, “gli alleati”, che massacravano con i bombardamenti “a tappeto” le sue case e i suoi opifici; che divide le sue...
Il destino italiano è sempre nel Mediterraneo

Il destino italiano è sempre nel Mediterraneo

    La geografia suggerisce la politica. La cerchia delle Alpi, dal Colle di Cadibona al Passo di Vrata, eleva una barriera fra l’Italia e l’Europa centrosettentrionale, dalla quale la...
Confessioni di ottantagennuario. Sono (e resto) un ragazzo della via Pal

Confessioni di ottantagennuario. Sono (e resto) un ragazzo della via Pal

  Non mi sento un politico, mi sento un “ragazzo della via Pal”. La mia via Pal si chiamava in realtà Via Balugani, a Bologna. Dove ho trascorso la maggior...
L'Italia tutta è un ponte Morandi. Pericolante

L’Italia tutta è un ponte Morandi. Pericolante

  La Repubblica italiana è come il ponte Morandi di Genova: strutturalmente instabile. Inadeguato il progetto, carente la manutenzione, incerta la tenuta. Fino agli anni Sessanta del secolo scorso, la...
Le ultime (speriamo..) codate della balena catto-comunista

Le ultime (speriamo..) codate della balena catto-comunista

  La classe dirigente, si fa per dire, della Repubblica democratica e, ci mancherebbe, antifascista, epigone dei fuggiaschi dell’8 settembre 1943, che corsero verso il nemico, con l’intendenza al seguito,(colonne...
La politica evapora, restano i fondi del caffè

La politica evapora, restano i fondi del caffè

  Per quelli della mia generazione (a cavallo degli ottant’anni), che l’hanno praticata nei primi decenni del dopoguerra, la politica era un imperativo morale, una scelta ideale, un impegno civile,...
Piccola apologia dei "Proscritti". D'ogni tempo e luogo

Piccola apologia dei “Proscritti”. D’ogni tempo e luogo

  “Intelligere ” significa leggere dentro. Leggere dentro il mondo, dentro l’umanità significa capirne l’intrinseca malvagita’. Non a caso tutti i miti e tutte le religioni suppongono una cattiva azione...
I "barlafus" piangono. Il loro tempo è finito. Chi se ne frega

I “barlafus” piangono. Il loro tempo è finito. Chi se ne frega

  L’establishment italiano non è un’élite, selezionata secondo il merito e la capacità, ma un insieme di “barlafus” (simpatica definizione meneghina per definire uomini di nessun conto), detriti dell’alluvione demagogica...
Che schifo il popolo. La stramba deriva dei radical chic

Che schifo il popolo. La stramba deriva dei radical chic

  Il volto della destra, pur deturpato dall’acido di Fini e Berlusconi, è meno inviso all’elettorato italiano di quello della sinistra. In parte per merito di Matteo Salvini, ma soprattutto...
Il mondo cambia, l'Italia si dissolve

Il mondo cambia, l’Italia si dissolve

  L’atlante geopolitico sta profondamente cambiando. Gli Stati Uniti si disimpegnano sempre di più dagli scacchieri europeo ed africano, risucchiati nell’area dell’Oceano Pacifico e nel confronto con la Cina. L’Inghilterra...
La resistenza? Una sagra non una saga

La resistenza? Una sagra non una saga

  Dante Alighieri apostrofò l’Italia come ” serva di dolore ostello – nave senza nocchiere in gran tempesta – non donna di provincia ma bordello”, (Purgatorio VI). E Francesco Guicciardini,...
Uccidete quel filosofo! Per Giovanni Gentile

Uccidete quel filosofo! Per Giovanni Gentile

  Il 15 aprile 1944, a Firenze, i Gruppi di Azione Partigiana assassinarono Giovanni Gentile. “La sua filosofia e’ tra le forme più potenti – non è esagerato dire la...
L'altro '68. 2/ In Italia fu "cosa grave ma non seria"

L’altro ’68. 2/ In Italia fu “cosa grave ma non seria”

  Del Sessantotto studentesco italiano si può dire, parafrasando Ennio Flaiano, che fu ” grave ma non serio”. Ha avuto, infatti, gravissime conseguenze sulla scuola, l’università e la cultura, proprio...