image-2

 

La polizia kosovara che ha arrestato 19 persone affiliate all‘ISIS e che progettavano attentati sia in Kosovo che nella vicina Albania. Secondo fonti governative di Pristina i fermati erano in diretto contatto con il referente balcanico dello Stato islamico, Lavrim Muhaxerij.

In base a quanto riferito da Al Jazeera Balkans  gli arrestati sarebbero 18 cittadini del Kosovo e un macedone.  «Stavano progettando attacchi terroristici in Kosovo e contro la nazionale israeliana di calcio e i suoi tifosi durante la partita di qualificazione ai mondiali di calcio di alcuni giorni fa», sostiene la polizia del Kosovo.

Lo scorso 12 novembre scorso, le autorità schipetare trasferirono il luogo della partita tra Albania e Israele da Skadr a Tirana proprio per annullare il possibile attacco di islamisti. La stessa serata sono stati arrestate quattro persone con l’accusa di terrorismo e scoperto un importante arsenale di armi, esplosivi e anche un drone.
Negli ultimi anni, in Kosovo, sono state arrestate almeno duecento persone sospettate di militare nelle milizie del califfo nero e si valuta in oltre trecento  i “foreign fighters” kosovari partiti  per combattere in Siria e in Iraq.