La passione dei treni turistici storici impazza in tutta Italia e sono tanti gli appuntamenti di quest’autunno che permettono di fare un salto nel tempo, per assaporare il viaggio lento e senza fretta su carrozze vintage, grazie a varie associazioni, enti locali e volontari, ma soprattutto grazie alla fondamentale partecipazione di Fondazione Fs (fondazionefs.it) che promuove il restauro di carrozze, locomotive, stazioni e infrastrutture. E la cosa incredibile è che una volta aperte le iscrizioni i posti si esauriscono in fretta: si tratta di un successo inaspettato e diffuso dal Piemonte alla Sicilia. Bene.
Ecco i prossimi appuntamenti:
IN PIEMONTE
IL 22 ottobre torna in attività la Ferrovia turistica del Tanaro, lungo la linea ferroviaria Ceva-Ormea (dismessa nel 2012) con una giornata all’insegna dei treni storici e delle tradizioni enogastronomiche piemontesi da Torino sino a Pievetta. Un’altra linea piemontese dismessa che è stata recuperata è la tratta Vignale-Varallo, che porta dalle risaie novaresi al cuore della Valsesia, ai piedi del Monte Rosa. Si parte domenica 5 novembre con la locomotiva Gr 880 da Novara alle 9.07 e dopo le soste a Romagnano Sesia alle 10.04 e a Borgosesia alle 10.31, arriva a Varallo alle 10.56. La corsa di ritorno prevede la partenza da Varallo alle 18,30 con arrivo a Novara alle 20.15. L’ultima corsa dell’anno su questa linea storica è invece prevista per il 10 dicembre, ma con partenza addirittura da Milano Centrale alle ore 8 e arrivo a Varallo alle 11. La ripartenza da Varallo è alle 15.49 e arrivo a Milano Centrale alle 19.15.
IN LOMBARDIA
Un treno trainato da una locomotiva a vapore e composto da carrozze con sedili in legno di inizio Novecento partirà il 24 settembre da Milano Centrale per Mortara, dove è prevista la visita libera della cittadina con la possibilità di partecipare alla “Sagra del salame d’oca”, manifestazione sul celebre insaccato locale organizzata nel centro storico del Paese.
Info: Agenzia Italia Holiday, tel. 035.4175180; prenotazioni@trenoblu.it.
Domenica 8 ottobre è in programma un treno storico trainato da una vaporiera del 1922 che da Milano Centrale andrà a Gallarate per poi poter raggiungere con pullman navetta il Centro visite del parco regionale del Ticino alla Cascina Montediviso. Partenza da Milano alle ore 8.45 e arrivo a Gallarate alle 9.50. In programma laboratori, visite guidate nel bosco e presentazione di prodotti tipici. Il rientro a Milano è previsto per le 17.30.
Info: ferrovieturistiche.it.IN VENETO
Un treno storico sulla linea Verona-Mantova, trainato dalla locomotiva a vapore del Gruppo 685 è in calendario domenica 24 settembre con partenza alle ore 8 e arrivo a Mantova alle 9.25.
Info: Associazione Cral Comune di Verona, tel. 045.8077492.

IN TOSCANA
Una corsa con una littorina d’epoca sulla linea della val d’Orcia per la sagra della val d’Arbia è in calendario il 24 settembre con partenza da Siena e arrivo a Torrenieri.
Info: Associazione F.T.I.; treninvaldorcia@ferrovieturistiche.it; tel. 0577.207413 e 338.8992577; ferrovieturistiche.it.

IN CAMPANIA E PUGLIA
Nella Regione campana vi sono diversi treni storici: il Pietrarsa Express che collega due domeniche al mese Napoli Centrale al Museo delle ferrovie di Pietrarsa ; l’Archeotreno che da giugno a dicembre collega Napoli, Pompei, Paestum e Velia e termina ad Ascea (prossima corsa domenica 24 settembre); il Reggia Express che una volta al mese, fino a novembre, va da Napoli alla Reggia di Caserta; il Capua Express che collega fino a dicembre Caserta con Santa Maria Capua a Vetere e Capua (prossime corse l’8 ottobre e il 12 novembre); il treno per i luoghi di Padre Pio, da Napoli, Salerno e Benevento a Pietrelcina per un turismo religioso, con quattro corse al mese ( sabato 30 settembre).
Info: Fondazione FS, tel. 06.44103520 e 313.8719696; fondazionefs.it.

IN SICILIA
Il 24 settembre un treno storico partirà dalla stazione di Siracusa alle 8,30 diretto a Ragusa, percorrendo la cosiddetta ferrovia del Barocco, in occasione della «Festa dei formaggi iblei».

Domenica 8 ottobre sono in programma due iniziative: da Palermo, alle 7.55 partirà un treno d’epoca diretto a San Cataldo, dove è in programma la “Sagra della ciambella e dei grani antichi siciliani”, mentre dalla stazione di Trapani alle 9.40 è prevista la partenza del Treno “tra Apollinneo e Dionisiaco” con destinazione Petrosino.
Info: Fondazione FS, tel. 06.44103520 e 313.8719696: fondazionefs.it

Buon viaggio!