Un utente qualsiasi di twitter entra alle 19 di giovedì sera in un pub di Campo de’ Fiori. Il locale è deserto. Ma improvvisamente nota in un angolo Bersani, sì proprio lui… il leader PD, che davanti ad un birra è concentrato a preparare un discorso.
Uno scatto furtivo e la foto del segretario del Partito Democratico rimbalza prima su internet , poi magicamente sulle agenzie di stampa e infine su tutti i quotidiani on line.
A seguire il più che immaginante belare zelante di complimenti per un leader politico così normale, popolare, umano, semplice, umile, con i piedi per terra…
Così lontano dalle luci della ribalta dei suoi rivali Berlusconi e Renzi e così simile a quel Monti che, sempre da solo, veniva trovato ad accogliere la moglie al binario della Stazione Termini.
Chi non prova tenerezza e simpatia per un uomo, senza scorta, senza codazzo e senza cortigiani che si concentra con la birretta per trovare le parole giuste?
Quella foto sembra un quadretto perfetto. Indovinata quasi come una campagna pubbliciatria… Quasi? Forse troppo perfetta.
A noi di Destra.it è sembrata un po’ troppo perfetta. Siamo così andati alla fonte. A ricercare il cinguettio che su twitter ha fatto scoprire questa immagine.
Ed ecco affiorare alcuni dettagli: il tweet è di Luca Sappino ed è di ieri alle 19 circa. Alle 11:30 di questa mattina il sito on line della Stampa pubblica la foto con la seguente didascalia “Su Twitter spopola la foto di Bersani che beve una birra da solo. L’immagine del leader del Pd in una birreria di Roma è stata pubblicata sul social network e ha subito fatto il giro della Rete.”
Fino a quel momento però solo 2 utenti avevano commentato la foto su twitter: per la precisione @catalonog e @cri5t1n4c. La foto è vero che spopola ma solo dopo l’uscita sul sito de La Stampa. Solo da quel momento gli utenti iniziano a ritwittare la foto e il link de La Stampa gira e diventa il tormentone odierno.
A questo punto una domanda sorge spontanea: chi è questo Luca Sappino che “per caso” ha trovato Bersani da solo in un pub e che sempre “per caso” ha avuto la sorte di essere seguito su twitter dai cronisti de La Stampa?
Luca, il fortuito fotografo amatoriale di Bersani, ha un blog (http://www.lucasappino.com/) da cui è possibile leggere che è un politico e un comunicatore. Luca è eletto, per la coalizione di centrosinistra guarda caso, in una circoscrizione di Roma e sempre “per caso” è un comunicatore di professione. Sul suo blog dice di sé “Consulente di comunicazione, ha scritto e scrive per alcune testate, collabora stabilmente con gli Altri, ha firmato un talk di approfondimento politico per RedTv e conduce Ribalta, alla seconda stagione su Radio Popolare Roma, il mercoledì alle 13 e qualche minuto.
Per le ultime due edizioni ha collaborato con l’lJF, il Festival Internazionale di Giornalismo di Perugia, curando – sempre insieme a Matteo Marchetti, sua metà lavorativa – una serie di incontri su giovani, comunicazione e società.”
Ricapitolando: un politico-comunicatore entra per caso in un pub deserto in cui c’è per caso solo il leader del proprio schieramento. Gli ruba una foto e la twitta. La Stampa scova questa foto per caso dalla rete nonostante sia stata ripresa e commentata solo da 2 utenti e dice che spopola on line, prima che questo avvenga.
Cari Bersani e Sappino, ma a chi la volete dare a bere questa birra?
Questo vostro semplicismo puzza di truffa comunicativa lontano un miglio di Schettino.
Comprendiamo l’urgenza di recuperare la pessima campagna comunicativa di “Conosci Faruk?”, ma la finta birretta di Sappino potevate organizzarla anche un po’ meglio.