• 19 gennaio 2019 —

L'editoriale

L’esempio di Jan, la causa dei popoli

Mezzo secolo è passato dal sacrificio – il 19 gennaio 1969 – di Jan Palach, giovane studente di filosofia di Praga, che per simbolicamente protestare contro l’invasione sovietica della Cecoslovacchia aveva deciso di cospargersi di benzina e darsi fuoco nella storica piazza San Venceslao. Dopo anni di oblio è ormai...

Il punto
Ohibò, Mattarella si è risvegliato e scrive, scrive, scrive....

Ohibò, Mattarella si è risvegliato e scrive, scrive, scrive….

  Finalmente al Quirinale hanno ritrovato carta, penna e calamaio. Chissà dove erano finiti quando, con i governi che piacciono a Mattarella, il numero degli italiani al di sotto della...
Contro l'illegalità diffusa, lo Stato faccia lo Stato

Contro l’illegalità diffusa, lo Stato faccia lo Stato

    Non c’è solo San Lorenzo, il quartiere romano balzato all’attenzione delle cronache nazionali per il tragico assassinio della giovane Desirée, a rimarcare un’Italia del degrado e dell’abbandono sociale...
Torino, città laboratorio del nulla

Torino, città laboratorio del nulla

       Premesso – a scanso di equivoci – che per me anche Gengis Khan sarebbe meglio del Centrosinistra (e non parliamo poi del Centrodestra), devo dire che “Santa”...
Istruzione/ Dopo la Fedeli,  Bussetti. Ma la musica non cambia

Istruzione/ Dopo la Fedeli, Bussetti. Ma la musica non cambia

Il governo Conte conta dal 1° giugno scorso nelle sue file, come successore di Valeria Fedeli, pietra miliare del settore scolastico dall’Unità d’Italia ad oggi, Marco Bussetti (Varese, 1962), fornito...
Con Berlusca solo 33 trentini e qualche bolzanino...

Con Berlusca solo 33 trentini e qualche bolzanino…

  Anche nell’ occasione del voto in Trentino ed in Alto Adige i risultati, come dovrebbe avvenire sempre, vanno letti con equilibrio e raziocinio, al di là dell’enfasi. Salvini, smettendo,...
Finanziaria 2018. Il capitombolo di Gigino, le ambiguità di Matteo

Finanziaria 2018. Il capitombolo di Gigino, le ambiguità di Matteo

Che la propaganda piuttosto delle decisioni fosse la “cifra” del governo gialloverde, lo capimmo immediatamente. Non avemmo bisogno dei proclami bislacchi e dei provvedimenti vendicativi (contro la classe politica del...
Il caso Cucchi e le "macellerie messicane"

Il caso Cucchi e le “macellerie messicane”

       Magari ci si mettono dieci anni, e ci vuole una confessione; magari se ne mettono di meno, e una volta di più ci vuole qualcuno che rompa...
I tempi (finalmente) stanno cambiando

I tempi (finalmente) stanno cambiando

       Provincia piemontese. Interno giorno. Quattro persone che, sedute a un tavolo di un wine bar, discutono di interventi comunicativi e formativi da operare in tempi auspicabilmente brevi...
L'Italia tutta è un ponte Morandi. Pericolante

L’Italia tutta è un ponte Morandi. Pericolante

  La Repubblica italiana è come il ponte Morandi di Genova: strutturalmente instabile. Inadeguato il progetto, carente la manutenzione, incerta la tenuta. Fino agli anni Sessanta del secolo scorso, la...
L'infinito dibattito. Le destre nostrane e i cavoli a merenda

L’infinito dibattito. Le destre nostrane e i cavoli a merenda

    Conservatori, sovranisti, liberali, destra sociale: per Giorgia Meloni tutti pari sono. Sembra essere questo il senso dell’appello che la leader di FdI ha lanciato in chiusura dell’edizione 2018...
Dei diritti e dei doveri. Piccolo memo per gli ex comunisti

Dei diritti e dei doveri. Piccolo memo per gli ex comunisti

  Quello di ergersi a paladini dei diritti civili – da parte degli alleati del sistema usurocratico – è solo uno, il più subdolo forse, dei ‘cavalli di Troia’ della...
Com'è bello fare i "buonisti" sfruttando i bimbi del Bangladesh

Com’è bello fare i “buonisti” sfruttando i bimbi del Bangladesh

       Sui media mainstream è un continuo ricorrere di un nuovo tema, il “cattivismo”, che non è soltanto la più naturale antitesi di un falso “buonismo” durato decenni, ma...
Le ultime (speriamo..) codate della balena catto-comunista

Le ultime (speriamo..) codate della balena catto-comunista

  La classe dirigente, si fa per dire, della Repubblica democratica e, ci mancherebbe, antifascista, epigone dei fuggiaschi dell’8 settembre 1943, che corsero verso il nemico, con l’intendenza al seguito,(colonne...
Morire d'antifascismo. Il mesto destino della sinistra italiana

Morire d’antifascismo. Il mesto destino della sinistra italiana

    “La sinistra italiana, ha smesso di analizzare la realtà: preferisce nascondersi dietro il vecchissimo copione dell’antifascismo moralistico e considerare più della metà dei cittadini italiani barbari che stanno...
Cercasi uomini di buona volontà. L'esempio svedese

Cercasi uomini di buona volontà. L’esempio svedese

  Non ho mai creduto alla possibilità di una presunta unità d’area di cui si ciancia periodicamente negli ambienti neofascisti, come viatico per uscire dall’irrilevanza elettorale, elemento mi ha sempre...