A pochi giorni dalla morte di Franco Servello la destra italiana con la scomparsa di Donato Lamorte perde un altro storico punto di riferimento. Di lui ricordo la lunga militanza, partita dal territorio e dal contatto personale con le donne e gli uomini della destra. Un contatto che non è mai venuto meno, anche quando gli impegni da parlamentare e quelli alla segreteria politica, lo costringevano a lunghe e faticose giornate lavorative. Era sempre lui l’ultimo la sera ad andare via dalla storica sede di via della Scrofa. Uomo di fiducia di Giorgio Almirante prima e Gianfranco Fini poi, Donato e’ stato per tutti noi un amico su cui poter sempre contare. Ai suoi familiari esprimo le mie condoglianze più sincere e affettuose.