Forse aveva ragione il defunto De Andrè quando cantava “dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior..”, ma raccogliere cacca non è proprio un lavoro entusiasmante. Eppure per ogni buon comunista coreano spalare merda è da ora un atto patriottico e rivoluzionario.  Il “caro leader” Kim Jong-un ha infatti ordinato ai suoi sudditi a recarsi nei campi per raccogliere il letame. Una “battaglia” necessaria per sopperire alla mancanza di fertilizzanti chimici e, al tempo stesso, misurare la lealtà al partito.

Una fonte, ripresa da Agence France-Presse (Afp), racconta che per spronare i recalcitranti «il governo , dallo scorso 9 gennaio, giorno successivo al compleanno di Kim Jong-un”, ha cambiato le ore di attività». Insomma prima la cacca, poi il lavoro e, dopo, molto dopo, il riposo. Da qui la modifica degli orari dei mercati e l’aumento dei prezzi di verdure, fagioli, tofu o uova. Inutile lamentarsi, compagni. Su, avanti, tutti a tirar sù letame… Buon lavoro.