Scuola italiana, ultime notizie: aboliamo filosofia, latino e greco. Per la questione della lingua latina (e del greco antico, per me anche più importante) vale l’aurea risposta di Diego Fusaro al quesito “perché studiare filosofia?”: “per non fare queste domande” e non fare queste considerazioni. La cultura europea si fonda su questi due fondamentali apporti linguistici.

Ovviamente se ne può fare a meno, ma poi si finisce ai “capi espiatori”, allo “scusate, sarò circonciso” e a Nino Biperio (pronuncia per Nino Bixio)…
Nulla vieta, ovviamente, a condizione che non si faccia i moralisti e non si diano lezioni di “superiorità morale”.