Dopo le alte parole del Presidente della Repubblica non darei eccessiva importanza alla inqualificabile assenza fisica e morale della Boldrini alla celebrazione alla Camera per Giorgio Almirante.

Più importante mi sembra far sentire la voce di tutti quelli, amici e antichi avversari, che condividono l’opinione di Giorgio Napolitano per ottenere da Ignazio Marino un vero atto di civiltà e di sincero riconoscimento quale la intitolazione di una via a Roma per Giorgio Almirante.