I numerosi atti vandalici contro statue e luoghi di memoria negli Usa e in Gran Bretagna (oltre alle violenze e a tutto il resto), fatti dai Black lives metter, per me sono un atto di barbarie e tracotanza da punire con estrema severità.

Per altri no, sono giusti. Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha detto che creerà una commissione per valutare i monumenti di Londra e togliere quelli che oggi non vanno più bene perché non rappresentano più la multienticità attuale della capitale britannica. Non vedo differenza tra questo atteggiamento e quello dei talebani quando abbattevano i Buddha millenari in Afghanistan.

Mi aspetto che qualche progressista italiano avvezzo agli inginocchiamenti proponga l’abbattimento del Colosseo perchè ricorda lo schiavismo. Intanto, nell’attesa, vi cito un passaggio del celebre 1984 di Orwell che descriveva come sarebbe funzionato il totalitarismo del futuro.

“Ogni libro è stato riscritto, ogni immagine è stata ridipinta, ogni statua e ogni edificio è stato rinominato, ogni data è stata modificata. E il processo continua giorno dopo giorno e minuto dopo minuto. La storia si è fermata. Nulla esiste tranne il presente senza fine in cui il Partito ha sempre ragione”.