La tanto vituperata “aula sorda e grigia” cela dei segreti. Tra gli scranni vi aggirano veri intellettuali, raffinati studiosi e attenti analisti. Quest’oggi vi presentiamo uno dei “migliori”: il senatore Antonio Razzi (l’autentico, non la macchietta di Crozza…) intervistato al suo ritorno dalla Corea del Nord. Le alate parole del segreterio della Commissione Esteri del Senato fanno riflettere e pensare. Molto, forse troppo. Non aggiungiamo altro… gustatevi l’intervista, è semplicemente imperdibile.