Ma è Casaleggio o è Crozza che imita Casaleggio? Ve lo ricordate il comico genovese che, a Ballarò, parodiava il guru dell’M5S? Aveva provocato l’ilarità degli spettatori dispensando una serie di previsioni del tipo: “entro il 2017 non ci sarà più la carta stampata”; “tutto sarà in rete”; “ci sarà una terza Guerra Mondiale che farà sei miliardi di morti”; il livello degli oceani si alzerà di 12 metri”; “ci saranno nuove elezioni mondiali”. E giù risate. Già. Peccato che fossero citazioni fedeli. Tratte dal pensiero di Casaleggio, ispirato a sua volta al Progetto Gaia per un nuovo ordine mondiale in cui lui e Grillo sono organicamente inseriti (su Casaleggio.it è disponibile un video della descrizione del progetto). Abbiamo chiesto a Massimo Introvigne di spiegarci in cosa consistono esattamente queste teorie.

Che cos’è il Progetto Gaia?

Un’idea, fondata sulla concezione della Terra intesa come entità e organismo vivente e senziente, l’unica vera divinità. Il Progetto Gaia non può essere considerato un’organizzazione vera e propria. Pare che un tale livello di strutturazione al servizio di tali idee sia stata realizzata solo in Italia dall’M5S.

Ci riassuma il pensiero di Casaleggio

Crede che gli attuali 7 miliardi di abitanti del pianeta siano destinati a ridursi a causa di una serie di disastri ambientali e di guerre etnico-politico-religiose. Ci sarà, in particolare, un grande conflitto mondiale che durerà vent’anni. Alla fine, resterà solo un miliardo di esseri umani. Questi vivranno in un modo molto diverso da adesso. Molto più semplice ed ecologico. Internet avrà un’importanza fondamentale. La carta stampata e libri spariranno. L’unica grande società multinazionale a restare in piedi sarà Google. I sistemi politici, le ideologie, e le religioni non esisteranno più (Piazza San Pietro e Notre Dame saranno distrutte). Al loro posto, sarà subentrato Gaia, un sistema insieme politico e religioso. Non esisterà più nemmeno la democrazia rappresentativa così come la conosciamo noi. Sarà sostituita da una consultazione permanente attraverso internet.

Quali sono le radici di questa ideologia?

L’occultismo, l’esoterismo, i romanzi utopici di Uxley o di Philip  Dick, e i film di fantascienza. Non è un caso che l’instaurazione di Gaia sia prevista per il 2054, anno in cui si svolge Minority Report.

Casaleggio è seriamente convinto di tutto ciò?

Sì. Ne è convinto. Tale pensiero rappresenta il fattore fondamentale della sua guida politica. Il che spiega anche perché per i grillini i problemi siano sempre “altri”. Per intenderci: a chi è convinto del fatto che siamo alla vigilia di una guerra in cui morirà la stragrande maggioranza delle persone, non gliene può importare di meno di mettersi d’accordo sul prossimo presidente del Senato.

I grillini sono consapevoli di tutto questo?

Secondo Casaleggio, il 90% dei contenuto di Internet è prodotto da un piccolo nucleo di persone, gli influencer, che, in pratica, domina il mondo. Evidentemente, è convinto di essere uno di questi. Ora, dal momento che secondo lui siamo in transizione verso Gaia, gli influencer rischiano di non essere compresi dalla maggioranza della popolazione, specialmente da quella parte più arretrata che reperisce informazioni tramite la carta stampata. Quindi, occorre un portavoce che medi tra la gente e gli influencer: Grillo. L’elettore e grande parte degli eletti, quindi, sono a conoscenza, al limite, dell’esistenza di Casaleggio, ma non delle sue idee. Lui stesso, ritiene che siano troppo complesse per renderle note al mondo.

E grillo ne è consapevole?

Lui stesso ha detto che, quando Casaleggio gli ha esposto queste teorie, si è chiesto se fosse un matto o un genio. Ha optato per la seconda ipotesi.

Crede che un tale fenomeno sia pericoloso?

Diciamo che queste idee le abbiamo già viste in tutte le nuove religioni utopistiche, dai Testimoni di Geova a Scientology. Con la differenza che i primi sono in circolazione da 130 anni, i secondi da quasi 60. Sono stati studiati, sezionati e approfonditi da centinaia di studiosi. Di segreto, hanno ancora ben poco. Un governo Scientology, sarebbe quindi prevedibile. Cos’ha realmente in testa questa piccola comunità settaria riunita intorno a Casaleggio, forse, lo sa solo Casaleggio.

L’obiettivo è la distruzione del cristianesimo?

L’obiettivo è il vecchio mondo. Destinato a sparire, per esser sostituto dal nuovo. Anche qui, non c’è nulla di nuovo. Già Compte, padre del positivismo, voleva sostituire il cristianesimo con la nuova religione civile. Era convinto che il passaggio al mondo nuovo sarebbe stato determinato dall’illuminazione delle strade e dall’energia elettrica. Casaleggio pensa sarà determinato da internet. Il modello è sempre lo stesso.

 

Paolo Nessi – da Il Sussidiario