Cara Presidente Meloni, il 6 ottobre scorso,Ti ho scritto, da queste colonne, per rappresentarTi la necessità di intestarci, fin da subito, la battaglia referendaria contro la PESTIFERA riforma del Senato, approvata il successivo giorno 13.

Ho anche illustrato l’idea che l’immediata costituzione di un Comitato per il NO, possibilmente in uno con la Fondazione AN, possa essere il mezzo per proporre agli Italiani la VERA RIFORMA, la REPUBBLICA PRESIDENZIALE, con elezione a SUFFRAGIO UNIVERSALE del Capo dello Stato che, come tutti sanno, non solo sarebbe UTILE al nostro Paese, ma anche SOMMAMENTE GRADITA agli elettori.

Ti ho anche ricordato che il PRESIDENZIALISMO è un tema FORTEMENTE IDENTITARIO per la Destra  Italiana. Purtroppo,la mia proposta NON SEMBRA ABBIA SORTITO ALCUN EFFETTO.

E così, la sera del 13 ottobre, abbiamo dovuto ascoltare in tv, la Senatrice De Petris, Capogruppo di SEL a Palazzo Madama ed il solito Salvini,tuonare contro la RIFORMACCIA e preannunciare la costituzione di Comitati per il NO.

E NOI ? SILENZIO. PERCHE’ ?

Vorrei, adesso, parlarTi delle elezioni per il Comune di Roma e, se è vero come è vero, che mancano  sette-otto mesi al loro svolgimento,è ALTRETTANTO VERO che una candidatura FORTE la si prepara con molto anticipo.

Nel nostro Paese, i sondaggi vanno presi con le dovute cautele,ma quando questi ultimi sono CONCORDI nel ritenerTi il candidato di GRAN LUNGA PIU’ FORTE per ciò che attiene il fù Centrodestra e, probabilmente, IL PIU’ FORTE IN ASSOLUTO, almeno al primo turno del voto, ritengo che certe cautele
vadano decisamente ACCANTONATE.

Il giudizio popolare sulla Tua credibilità come possibile Sindaco di Roma è INTERAMENTE MERITO TUO.
Il Tuo costante impegno politico, la Tua attenzione ai problemi quotidiani della Capitale, spesso attenzionati dai media nazionali, rendono conseguenziale un giudizio TANTO POSITIVO sulla Tua AUSPICATA candidatura
al vertice del Campidoglio.

A questo punto è incomprensibile tanta prudenza. Credo sia Tuo dovere e Tuo diritto, come Capo della Destra PRETENDERE SENZA TANTI COMPLIMENTI , l’impegno formale di Forza Italia,( ma esiste ancora ? ), e della Lega allo svolgimento delle primarie nella Capitale entro il più breve tempo possibile.

Vanno interdetti IMMEDIATAMENTE i cincischiamenti di Berlusconi che, ovviamente, NON PUO’ accettare l’idea di una CANDIDATURA FORTISSIMA come sarebbe la Tua che rischia di dare un colpo, probabilmente definitivo, all’edificio pericolante del cosiddetto Partito Azzurro.

Permettimi, Presidente Meloni, di dubitare anche della sincerità dell’appoggio del noto Salvini. Mi sembra difficile credere al favore del capo leghista. Anche lui sa bene che una candidatura come la Tua, ravviverebbe l’interesse ed il consenso per la Destra in tutta la Nazione e questo, E’ FIN TROPPO CHIARO, non gli conviene affatto !

E dunque ? Dobbiamo ancora perdere tempo appresso alle sciocchezze dei forzisti su Marchini ?

Attenzione Presidente Meloni : POTREMMO PAGARE MOLTO CARO anche il solo sopportare, manovre di Palazzo ( Grazioli ), che non solo i romani, ma tutti gli italiani NON APPREZZEREBBERO PER NULLA !

ALLORA : dai un termine PERENTORIO a Berlusconi e Salvini , dopodichè Giorgia Meloni si candida PUNTO E BASTA e Lorsignori si accomodino o,se preferiscono,si tengano quel Marchini che, INVECE, tanto amerebbe essere sostenuto dal Renzi del costituendo Partito della Nazione,(Legge di Stabilità DOCET).

RIVENDICA, Presidente Meloni, il PRIMATO della POLITICA,sui personaggi PRESTATI ( e vorremmo sapere per quali ragioni vere ) alla Politica. La Politica ha disastrato Roma e tocca alla Politica riparare il danno arrecato alla Capitale e questo ragionamento DEVE VALERE PER L’INTERA NAZIONE.

PERTANTO, cara Presidente Meloni, abbiamo una opportunità UNICA : condurre, cioè, due battaglie FORTEMENTE IDENTITARIE , quella per il no referendario con la proposta PRESIDENZIALISTA e quella per il Campidoglio che, tuttavia hanno il RARISSIMO PREGIO di unire all’IDENTITA’ una forte APPROVAZIONE POPOLARE. Pensaci,Presidente Meloni, MA DECIDI PRESTO !

 
Mario Ravetto Flugy