Gli incompetenti che governano avevano proposto alle banche di abbassare le commissioni sui pagamenti con carte di credito e bancomat. Le banche hanno risposto loro con una sonora pernacchia: le loro commissioni non si toccano.

Il governo allora, invece di stralciare il tutto, ha deciso di di proseguire in questa idea balzana e di creare un credito di imposta del 30% sulle commissioni bancarie a carico degli esercenti. Praticamente abbassano di poco il costo delle commissioni bancarie ma lo fanno coi soldi degli italiani (che finanzieranno il credito d’imposta con le loro tasse) anziché con quelli delle banche. Risultato: banche più ricche e italiani più poveri.


Come sempre la sinistra è dalla parte dei grandi poteri finanziari e bancari e nemica degli italiani, del commercio e delle piccole e medie aziende. Vergognatevi.