Sabato mattina, presso lo stabilimento di Riva Trigoso, è stata varata l’ultima delle dieci fregate Fremm commissionata dalla Marina militare nell’ambito dell’accordo di cooperazione internazionale italo-francese. Madrina della cerimonia è stata Maria Elisabetta Bianchi, figlia della medaglia d’oro al valor militare Emilio Bianchi — incursore della X Mas e uno degli eroi dell’impresa di Alessandria d’Egitto — al quale è intitolata la nave. All’evento sono intervenuti l’ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, capo di stato maggiore della Marina militare, e il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti. L’unità proseguirà  le attività di allestimento presso lo stabilimento di Muggiano e sarà consegnata nel 2021.

Il varo della fregata


Il presidente della Regione ha sottolineato l’eccellenza cantieristica ligure: «Di fronte a questa nave ci sentiamo orgogliosi che la Liguria abbia tanta qualità e capacità nell’ambito industriale. Ieri eravamo all’ex Ilva oggi qui in Fincantieri per ribadire l’importanza dell’industria nella nostra regione in grado di competere con i migliori produttori al mondo. La politica – ha continuato il governatore – deve preservare l’industria e finanziare quei settori che producono occupazione e ricchezza sul territorio».

Durante la cerimonia il Capo di Stato maggiore della Marina Militare ha annunciato che la nave scuola Amerigo Vespucci andrà in Giappone ai giochi olimpici: «Proprio nello spirito di collaborazione e scambi culturali tra i vari Paesi – ha detto – i nostri allievi ufficiali e ufficiali imbarcati sulla Amerigo Vespucci a fine luglio approderanno a Tokyo in Giappone in occasione dell’apertura dei Giochi Olimpici. Poi la navigazione continuerà nel Pacifico e in Atlantico passando dallo stretto di Magellano, passaggio scoperto 500 anni orsono dal grande navigatore».