Bene ha fatto bene il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ad onorare a settant’anni da quella tragica battaglia, gli eserciti che si batterono a Montecassino. Ritengo però giusto, anzi doveroso, ricordare anche le vittime di stupri, donne e bambini, ad opera dei ” goumie”, i reparti marocchini sotto comando francese. Autorizzate dal generale Juin, le truppe coloniali saccheggiarono per giorni la regione, massacrando e violentando. Una tragedia che ispirò ad Alberto Moravia uno degli episodi centrali del romanzo “La ciociara” e l’omonimo film di De Sica con la Loren.

La storia ha riconosciuto quella pagina oscura e grave. Nel ricordare i  settant’anni della battaglia di Montecassino non si puo’ omettere l’altra faccia di quella terribile vicenda.