Giovedì 21 novembre Officina per l’Italia presenta il libro “l’Inferno sono gli altri” di Silvia Giralucci da cui è tratto  il suo film  documentario “Sfiorando il muro”, selezionato, fuori concorso, alla 69ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Intervengono Raffaele Zanon, Marco Valle e l’autrice, figlia di Graziano Giralucci.

Graziano Giralucci, fu ucciso assieme a Giuseppe Mazzola dalla Brigate Rosse il 17 giugno del 1974 nella sede del Movimento Sociale Italiano di Padova, prime vittime delle Brigate rosse.

Silvia è laureata in Lettere con Antonia Arslan, ha fatto il suo praticantato giornalistico tra il 1999 e il 2001 nel sito italiano della CNN con la direzione di Paolo Garimberti. Ha lavorato per il Mattino di Padova, per l’Ansa e ha collaborato con il Sole 24 Ore e con diversi quotidiani e riviste italiani.

Il suo primo libro, L’inferno sono gli altri (Arnoldo Mondadori Editore Strade Blu, 2011) è un viaggio personale alla ricerca della padre nella memoria divisa degli anni Settanta. Lo stesso argomento è anche il tema del suo primo film, Sfiorando il muro (Doclab 2012) di cui è autrice e co-regista.  È presidente dell’associazione “Casa della memoria del Veneto”, e lavora come volontaria alla redazione di “Ristretti orizzonti”, la rivista della casa di reclusione Due Palazzi di Padova.

Il 9 maggio del 2012 ha condotto al Quirinale la Giornata della Memoria delle vittime del terrorismo e delle stragi. Il 9 maggio 2013 è stata insignita dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano dell’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica italiana.

Giovedì 21 novembre, ore 21.00, Sala Conferenze di Riv. Ponti Romani 56