Prosegue la crisi finanziaria di Piaggio Aerospace, così come continuano le trattative di cessione di almeno una parte degli asset strategici dell’azienda aeronautica che impiega in Liguria, tra Genova e Villanova d’Albenga, 1.300 lavoratori. Da quanto risulta al Secolo XIX, infatti, sarebbero in corso contatti tra la società gestita dal fondo emiratino e la Magnaghi Aeronautica, gruppo campano già fornitore di Piaggio. Il dossier, secondo fonti vicine all’azienda, riguarderebbe la possibile cessione del ramo motori al gruppo di Napoli, visto che la negoziazione per cedere l’asset a Leonardo non è mai andata in porto.

Pac Investment – società registrata in Lussemburgo e supportata da un gruppo di investitori cinesi che stanno trattando per acquisire il ramo civile di Piaggio – starebbe cercando di stringere i tempi. Gli industriali asiatici sono rappresentanti in Italia da Eligio Trombetta, ex direttore generale di Piaggio Aerospace e da Giuliano Felten, attuale direttore della divisione militare del gruppo Ferretti. Secondo indiscrezioni che trapelano da ambienti finanziari, Pac Investment potrebbe presto fare un’offerta di 300 milioni di euro. In extremis il Consiglio dei ministri ha deciso di esercitare il potere di veto – il cosiddetto “golden power” – per ostacolare la cessione al gruppo Pac Investment del ramo d’azienda Evo, ma la vendita potrebbe andare in porto a patto che vengano rispettate le indicazioni del governo. «La trattativa – ha detto Trombetta – riguarda gli asset civili. Non la parte militare e neppure quella motori».