Domenica l’unità Blue Marlin è stata oggetto di un attacco pirata mentre era in navigazione al largo delle coste della Guinea Equatoriale. Il tempestivo intervento delle forze speciali della marina spagnola e di quelle della Guinea, hanno sventato il tentativo già lunedì mattina. La nave di Boskalis aveva appena concluso le operazioni di carico e scarico di attrezzatura, era ripartita alla volta di Malta. Dopo poche ore di navigazione i 20 membri di equipaggio della Marlin hanno subito l’attacco di sette persone armate che hanno abbordato l’imbarcazione con dei veloci motoscafi.

Il comandante ha diramato l’allarme e il comando Nato ha risposto inviando sul porto la nave da guerra spagnola Serviola che pattuglia quelle acque. Un primo commando di sette marine spagnoli ha assalito la nave, in attesa di un contingente più numeroso, e ha liberato l’imbarcazione. I pirati a bordo erano già fuggiti, ma hanno fatto in tempo a danneggiare lo scafo della nave che dovrà attendere le riparazioni per ripartire.

fonte MediTelegraph