Nunzio Galatino, segretario generale della CEI, attacca i piazzisti da 4 soldi che, per qualche voto in più, dicono cose straordinariamente insulse. Fantastico.

Al di la’ della inaccettabile ingerenza della banda dei vescovi nella politica degli Stati laici (libera Chiesa in libero Stato, mai sentito?), e’ proprio Galatino a dimostrare una clamorosa ignoranza. O una totale faziosità. Lui, segretario della CEI, fa l’esempio della Giordania, Paese quanto mai accogliente che ha accolto 2milioni di profughi a fronte di una popolazione di 6 milioni. Profughi siriani, nella quasi totalità. Vicini di casa, con medesimi usi e costumi. Vicini che non vengono accolti negli hotel a 4 stelle dotati di ogni confort ovviamente gratuito.

Ma Galatino, nella sua voglia di interferire con la politica e con la vita degli italiani, finge di dimenticarsi del “settembre nero” giordano, con stragi immense dovute proprio alla convivenza dei giordani con i rifugiati palestinesi che ora rappresentano la maggioranza del Paese. Dimentica, l’anti piazzista così ben preparato, che il Pil della Giordania cresceva del 4,5% all’anno a fronte dello zero virgola italiano. E che ora la crescita del Pil giordano si è dimezzata proprio a causa dei profughi. Dimentica, Galatino, che in Giordania continuano ad affluire enormi aiuti internazionali, in arrivo da quei Paesi come l’Italia che diventano sempre più poveri per accogliere gli invasori e che, di conseguenza, avranno sempre meno soldi da regalare ai Paesi come la Giordania.

Dimentica, Galatino, che l’arrivo degli invasori ha ingrassato le casse delle organizzazioni amiche della CEI, ma ha costretto gli italiani ad accettare salari sempre più bassi e con minori garanzie. Ma tra le tante cose che dimentica, Galatino, c’è anche il comportamento tanto poco caritatevole dei suoi vescovi. In Valle d’Aosta e’ stato chiuso l’unico cinema di Ayas perché il vescovo ha rifiutato lo scambio tra l’edificio della Chiesa che ospitava la sala di proiezioni ed un altro edificio proposto dal Comune che, a suo carico, avrebbe ristrutturato il cinema. Certo Galatino, e’ molto più facile essere generosi con i soldi degli altri