Chi, per ipotesi assurda ed impensabile, dovesse essere incaricato della nostra area di curare un elenco, sicuramente piuttosto sparuto, delle pubblicazioni veramente vicine e autenticamente amiche, con esclusione quindi dei quotidiani “Il Giornale” e “Libero”, capaci soltanto di minimizzare la destra, dovrebbe necessariamente offrire il più ampio risalto al trimestrale “Tradizione”. Il periodico, esteriormente di sobria eleganza, recupera il titolo di una vecchia pubblicazione prestigiosa, ed è giunta in questa nuova serie al quinto numero. Ha come direttori tre nomi garanzia, Massimo Anderson, Riccardo Pedrizzi e Angelo Ruggiero, e una direzione, composta, tra gli altri, da Nicola Buccico, Gennaro Malgieri, Alfredo Mantica, Gaetano Rebecchini e Giuseppe Valentino. Nel comitato programmatico spiccano Paolo Armaroli, Fausto Belfiori, Gaetano Rasi, Tommaso Romano, Luigi Tallarico e Piero Vassallo.

Di fronte a nomi di tanta serietà e di tanta credibilità la qualità degli articoli non può che essere garantita. Tra le note pubblicate nel numero più recente spiccano quelle curate da Malgieri, Franco Tamassia, Rasi, Rebecchini, Belfiori e Giuseppe Del Ninno. Servono per rilanciare orientamenti di destra autonoma e non servile o peggio serva degli Stati due articoli di Mantica (L’Ucraina è l’alibi per riaffermare la leadership USA) e del capo redattore Pietro Giubilo (L’unilateralismo americano e l’Europa). Ricca, attenta e tradizionale sui nostri valori etici è la sezione dedicata ai libri.

Copie saggio posso essere richieste alla redazione: Piazza Roma, 4, sc. C, 04100 oppure all’indirizzo e-mail: info@riccardopedrizzi.it