Si chiama “Generazione identitaria” ed è un’organizzazione con aderenti in Francia, Italia, Canada e Germania, sono loro la “contro-Ong” che si propone di bloccare in mare il flusso migratorio proveniente dal nord Africa.

Adesso hanno anche noleggiato una nave da 40 metri per pattugliare le acque a largo della Libia ed impedire ai migranti di raggiungere l’Europa. Il progetto “Difendi l’Europa” è nato, specifica il giornale belga Le Soir, dopo che le diverse ‘filiali’ del gruppo hanno raccolto da maggio con un sistema di crowfunding 76.000 euro per affittare il vascello.

Il loro obiettivo è evidenziare “il vero volto delle cosiddette organizzazioni umanitarie, la loro collaborazione con la magia dei trafficanti di esseri umani, e le mortali conseguenze delle loro azioni in mare” – dichiarano.

“Quando barche pieni di migranti illegali attraversano il Mediterraneo la nostra missione sarà chiamare la Guardia Costiera libica per consentire loro di recuperarli e trarli in salvo e nel mentre li terremo al sicuro”, ha reso noto il gruppo.

La formazione “Generazione Identitaria” ha spiegato di aver noleggiato la nave “C-Star” che e’ in rotta per il Mediterraneo dopo aver lasciato Gibuti e attraversato il Canale di Suez. La prossima settimana sarà a Catania per prendere a bordo attivisti da Catania e pattuglierà acque internazionali a largo delle coste libiche.

“Salvando queste persone e ostacolando il traffico di esseri umani possiamo salvare l’Europa e salvare vite allo stesso tempo”, ha dichiarato un portavoce dell’organizzazione. (Nella foto un’azione di disturbo a bordo di un gommone contro una nave di una Ong)