• 16 giugno 2019 —

L'editoriale

Vale la pena salvare Radio Radicale?

Ora, tutti felici e contenti per l’ennesimo trasferimento di danaro pubblico (cioè delle mie e vostre tasse) a Radio Radicale, ovviamente nobilitato dalle immancabili asfittiche prediche sulla libertà di informazione. Se una volta poteva avere un senso, perché l’emittente era l’unico organo di informazione a trasmettere con trasparenza sedute parlamentari,...

Articoli classificati come "Diorama Letterario"
M. Tarchi/ Non esistono complotti, il conflitto è palese. E va combattuto

M. Tarchi/ Non esistono complotti, il conflitto è palese. E va combattuto

La mia insistenza critica sul tema dell’immigrazione, negli editoriali di Diorama, ha sollevato, oltre a un notevole numero di consensi, qualche perplessità, che mi spinge ad abbozzare un primo chiarimento....
Donald è arrivato. Un incontro "politicamente scorretto" a Milano

Donald è arrivato. Un incontro “politicamente scorretto” a Milano

Il tempo di Donald Trump è arrivato. Da venerdì 20 gennaio il “matto” della chioma aranciata sarà il nuovo presidente degli Stati Uniti d’America. Una catastrofe per il clan Clinton-Obama,...
Jack Kerouac, un "fascio-beat"? Forse. Di certo, un grande scrittore e un uomo libero

Jack Kerouac, un “fascio-beat”? Forse. Di certo, un grande scrittore e un uomo libero

  21 ottobre 1969. A St. Petersburg, nello Stato americano della Florida muore Jack Kerouac, dopo una vita di sregolatezze passata a viaggiare e a bere oltre che a scrivere...
Quei prof. sinistrosi che tanto piacciono al turbo capitalismo

Quei prof. sinistrosi che tanto piacciono al turbo capitalismo

Secondo i dati raccolti da Luigi Curini, professore associato all’Università Statale di Milano, in uno studio dal titolo “Experts’ political preferences and their impact on ideological bias”, pubblicato per la...
L'analisi di Marco Tarchi/ I malpensanti

L’analisi di Marco Tarchi/ I malpensanti

  La democrazia può esistere solo per i benpensanti. A chi sta fuori dal coro deve essere riservata la pena del silenzio. È un malpensante. Su questa riflessione Marco Tarchi...