Pubblico l’sms che mi ha appena inviato Kim Jong-un.

Calissimo Adliano,
pultloppo non possiamo combinale questa opelazione di bombaldamento e di lecupelo della Tua squadla di calcio pel una questione stlategica.
Il Comitato Centlale mi ha suggelito di non complomettelmi con Te pel i tuoi contatti con CasaPound e Alba Dolata. E poi gili con i mitla in mano, e qui non posso neppule plovale qualche testata nucleale. Ho già abbastanza cazzi da pelale con Tlamp, mi manca pule che mi allivi a Pyongyang quella lompicoglioni dell’Annunziata o lo scassaballe di Pielvincenzi.
A liqualdo dei politici che mi hai enumelato, noi qui siamo pelsone selie: abbiamo campi di concentlamento e lavoli folzati pel il lecupelo delle coscienze e pel il lavaggio dei celvelli. I tuoi govelnanti non hanno coscienza né celvello, per cui nessuna lieducazione è possibile. Non accettiamo lifiuti da altli paesi.
Spelo che non te la plendi, ma non è un fatto pelsonale. Pel altlo, i tuoi calciatoli milialdali dovlebbelo impalale a combattele sul campo, e non a piangele come checche isteliche. Pelò, concedimi una plecisazione: ogni popolo ha i govelnanti e le squadle che si melitano.

Un abblaccio foltissimo a Te e a tutti i tuoi amici seli di facebook.
Ti aspetto per festeggiale il plossimo espelimento nucleale.
A plesto.
Semple tuo, Kim.