Italia a tutti i costi nonostante la presenza di porti in cui transitano navi da crociera, da diporto e roro/pax in Tunisia, Malta, Egitto, Algeria, Marocco, Gibilterra, Spagna e Francia oltre a quello dello Stato di bandiera della nave e nonostante il tempo trascorra inesorabilmente aggravando la situazione psicofisica delle persone “soccorse” che si trovano a bordo!

Questa non solo è irresponsabilità ma è tracotanza mascherata da solidarietà in barba alla geografia e al buon senso. Dov’è la tanto decantata priorità di far sbarcare il prima possibile dei naufraghi “provati e affamati” ? Una sola parola: “VERGOGNATEVI”.