Sabato 13 ottobre dalle ore 14.30 alle 20 al Centro congressi Cavour di Via Cavour 50/a a Roma si terranno gli “Stati generali della cultura di destra” organizzati dal movimento di idee Nazione Futura (programma completo su www.nazionefutura.it).

“L’evento nasce con un duplice obiettivo. – spiega il responsabile nazionale Francesco Giubilei – Da un lato vogliamo dare un segnale di unità riunendo una ventina di associazioni politico-culturali da tutta Italia con l’obiettivo di firmare un documento condiviso con tre proposte sulla cultura da presentare al governo.

Dall’altro lato vogliamo interrogarci sull’attualità del termine destra ai nostri giorni per definire una precisa area politico-culturale. Nel 2018 si può ancora parlare di destra o di sinistra? La Lega e il Movimento Cinque Stelle rappresentano la nuova destra e la nuova sinistra? Oppure stiamo vivendo un’epoca post ideologica? Per farlo partiamo da un’analisi culturale e prepolitica”.

L’iniziativa è strutturata in tre momenti, inizialmente una ventina di associazioni politico-culturali provenienti da tutta Italia esporranno idee e proposte per la cultura per poi firmare il documento unitario con tre proposte da sottoporre al governo.

Poi si svolgerà un dibattito con un taglio culturale con gli interventi, tra gli altri, di Giovanni Orsina, Diego Fusaro, Alessandro Campi, Marcello De Angelis, Tommaso Longobardi, Corrado Ocone, Marco Gervasoni, Marco Valle, Daniele Capezzone, Fabrizio Tatarella, Vincenzo Pacifici introdotti dal giornalista Alessandro Gnocchi.

Infine si svolgerà un dibattito sul rapporto tra politica e cultura con il senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri, il vicepresidente della Lega alla Camera Francesco Zicchieri, gli onorevoli Andrea Delmastro e Ylenja Lucaselli di Fratelli d’Italia, l’onorevole Roberto Menia del Movimento Nazionale per la Sovranità, il sindaco di Ascoli Guido Castelli moderati da Pietro De Leo.

In occasione dell’evento verrà inoltre presentato l’ultimo numero della rivista trimestrale “Nazione Futura” con i migliori contributi del concorso “Idee e proposte per la cultura in Italia”.