Brutte notizie dall’Etiopia. La regione settentrionale del Tigray è in piena ebollizione e il premier etiope Abiy Ahmed ha ordinato un’offensiva militare in risposta a un attacco a una base militare.  Abiy ha accusato il partito al governo della regione, il Fronte di liberazione popolare del Tigray (Tplf) dell’assalto.

Le tensioni tra il governo e il Tplf sono pesantemente aumentate negli ultimi mesi. La minoranza tigrina per anni ha guidato l’Etiopia , ma con l’arrivo al potere del premier Abiy è stata gradualmente estromessa dalle stanze del potere. Da qui le tensioni crescenti culminate con le elezioni in Tigray (non autorizzate dal governo) e l’attacco all’installazione.

Nella dichiarazione, pubblicata sulle sue pagine Twitter e Facebook, Abiy ha detto che le forze armate “hanno ricevuto l’ordine di portare a termine la loro missione”. Ha aggiunto: “La linea rossa è stata superata. La forza viene utilizzata come ultima misura per salvare le persone e il Paese”.